Chiesa della Magione

La basilica della Santissima Trinità del Cancelliere, comunemente conosciuta come basilica La Magione, è una delle più antiche chiese della città di Palermo, sita nei pressi del nostro quartiere della Kalsa dove si trova la nostra struttura Abatellis Luxury, di fronte l'omonima piazza.

Fu fondata nel 1191 dal cancelliere del regno Normanno Matteo d'Aiello successore di Stefano di Perche al servizio di Guglielmo II d'Altavilla e annessa alla contigua abbazia cistercense. Dal primitivo nome "Chiesa di Santa Maria de Latinis", in seguito popolarmente conosciuta come "Chiesa di Santa Maria del Cancelliere".

Ultima delle chiese edificate durante la dinastia normanna degli Altavilla: Tancredi vi seppellì il figlio Ruggero e lui stesso volle essere sepolto nella Basilica. Nel 1197 venne concessa all'ordine dei Cavalieri Teutonici che, in seguito a donazioni, ne aumentarono la proprietà e il prestigio. Divenuta la "Casa dei Cavalieri Teutonici" era così la magione (da qui il nome della chiesa) del precettore generale dell'ordine. In seguito a mutamenti politici, nel 1492 la chiesa passò agli abati Commendatori per poi passare sotto il patronato dei re borbonici nel 1782.

All'esterno la chiesa presenta un portale barocco e un interessante gioco di archi ciechi dietro le absidi. L'interno è a pianta basilicale con tre navate. Gli spazi ampi testimoniano il passato di abbazia, quando il rito era presieduto da tutta la comunità dei monaci. Molto interessante il chiostro cistercense in stile arabo normanno del XII secolo, con i resti di una torre araba. 

A testimonianza della commistione di stili e culti della città di Palermo, dopo la sinopia si trova una bellissima bifora, la cui colonnina centrale reca un'iscrizione araba che significa "Allah è misericordioso".
 

Dal'Antioratorio si accede al settecentesco Oratorio del Crocifisso con i suoi interessanti affreschi. Oggi la struttura è sede della Parrocchia della SS. Trinità.