Palazzo Abatellis Galleria Regionale

E' il palazzo da cui prende il nome il nostro B&B. Palazzo Abatellis, anche detto Palazzo Patella è situato a Palermo nella nostra via Alloro a pochi passi da dove sorge il nostro B&B, arteria principale del quartiere della Kalsa. Ospita all'interno la Galleria Regionale

Varcare il portone di questo splendido edificio non  significa però solo prendere contatto con le opere che in esso sono consevate, significa anche trovarsi in uno splendido palazzo quattrocentesco che andrebbe visitato per il suo valore prescindendo da ciò che di pregevolissimo vi è esposto, quindi definire Palazzo Abatellis solo sede di un museo è  sicuramente riduttivo.

Nelle splendide sale della galleria hanno trovato posto le opere provenienti da acquisizioni, donazioni ed incameramenti dei beni degli enti religiosi soppressi (1866). Prima di questa sede le opere facevano parte della Pinacoteca della Regia Università e, dal 1866 in poi, delle collezioni del Museo Nazionale di Palermo, divenuto Museo Regionale in seguito al trasferimento delle competenze sui beni culturali dallo Stato alla Regione Siciliana, in virtù dello statuto

.All'interno di questa meraviglia d'arte medievale e rinascimentale troviamo le piu' importanti opere, le tre più importanti sono:

Il Trionfo della morte è un affresco proveniente da Palazzo Sclafani(altro bellissimo palazzo nobiliare di Palermo), purtoppo l'autore è ignoto.
In un giardino,dove si trovano personaggi appartenenti ad ogni casta sociale ,irrompe la morte impersonificata da  uno scheletro su un cavallo anch'esso scheletrico, che colpisce potenti e giovani risparmiando i miseri che invece la guardano imploranti sperando nel suo intervento per liberarsi dalle sofferenze della vita.
L'Annunziata di Antonello da Messina, un dipinto a tempera di piccole dimensioni che ritrae la Vergine nel momento successivo l'annuncio che dal suo grembo nascerà il figlio di Dio da parte dell'Arcangelo Gabriele.
 L'espressione del  volto della Madonna quasi nascosto dal manto azzurro è di assoluta serenità è da sola un capolavoro.
Il busto di Eleonora d'Aragona di Francesco Laurana risalente al '400 è in marmo e raffigura una nobile fanciulla.

Al primo piano l'opera di maggior rilievo è, senza dubbio, l'Annunziata di Antonello da Messina (XV secolo). Opera di assolutezza formale, considerata una autentica "icona" del rinascimento italiano, è collocata nella sala X conosciuta come sala dell'Antonello. 

Il Palazzo (fine del XV secolo), opera di Matteo Carnilivari all'epoca attivo a Palermo in cui attendeva ai lavori di palazzo Aiutamicristo, e splendido esempio d'architettura gotico-catalana, era la residenza di Francesco Abatellis (o Patella), maestro Portulano del Regno.ù

Il complesso a due piani si sviluppa intorno ad un ampio atrio caratterizzato sul lato occidentale da un doppio loggiato e da una scala esterna che conduce al piano nobile.