Palazzo Reale, Cappella Palatina, Palazzo dei Normanni

 A 20 minuti dal nostro B&B, nel vostro cammino incontrerete il famoso mercato della Vucciria dove potete soffermarvi ad ammirare le coloratissime bancarelle dove si possono trovare tutti gli ingredienti della cucina siciliana, i quattro canti che divide Palermo in due grandi assi viari la Via Maqueda e Via Vittorio Emanuele che si trovano a pochi passi da noi ed infine la Cattedrale che è il monumento principe di Palermo. Interamente decorata nella parte superiore da mosaici bizantini raffiguranti il Cristo Pantocratore benedicente, gli evangelisti e scene bibliche varie. il soffitto in legno della navata centrale e le travature delle altre navate sono decorate con intagli e dipinti di stile arabo. Una Meraviglia e il fatto che l'Unesco l'abbia dichiarato, anche se molto tardivamente, patrimonio dell'umanità, sta a comprovarlo. Al suo interno si trova la Cappella Palatina.

La Cappella Palatina è una basilica a tre navate che si trova all'interno del complesso architettonico di Palazzo dei Normanni o Palazzo Reale a Palermo. L'ingresso al pubblico della chiesa è sul lato ovest del palazzo, in Piazza Indipendenza. La chiesa è dedicata al santo Pietro Apostolo.

Fu fatta costruire a partire dal 1130 per volere di re Ruggero II, e venne consacrata il 28 aprile 1140 come chiesa privata della famiglia reale. I lavori furono completati nel 1143. Un'iscrizione trilingue (latino, greco-bizantino e arabo) sull'esterno della cappella commemora la costruzione di un horologium nel 1142.

Le tre navate sono separate da colonne in granito e marmo cipollino a capitelli compositi che sorreggono una struttura di archi ad ogiva. Completa la costruzione la cupola, eretta sopra le tre absidi del santuario. La cupola e il campanile originariamente erano visibili dall'esterno prima di venire inglobate nel Palazzo Reale in seguito alle costruzioni successive.

La cupola, il transetto e le absidi sono interamente decorate nella parte superiore da mosaici bizantini, tra i più importanti della Sicilia, raffiguranti il Cristo Pantocratorebenedicente, l'immagine di maggiore impatto della cappella, gli evangelisti e scene bibliche varie. I mosaici di datazione più antica sono quelli della cupola, risalenti alla costruzione originaria. I mosaici della volta con il Cristo Pantocratore e gli angeli attorno evocano il Salmo 11,4 :" Il Signore nel tempio santo, il Signore ha il trono nei cieli".

Il soffitto in legno della navata centrale e le travature delle altre navate sono decorate con intagli e dipinti di stile arabo (muqarnas). In ogni spicchio sono presenti stelle lignee con rappresentazioni di animali, danzatori e scene di vita della corte islamica e del paradiso com'è descritto nel Corano